Condivisione

Consigli Burocratrici

Al momento della separazione, non date per scontate le questioni burocratiche.
Oltre a decidere le tempistiche di condivisione del vostro pet dovrete assolutamente accordarvi su come gestire:

  • l’iscrizione all’anagrafe canina;
  • l’iscrizione ai vari kennel;
  • a chi intestare la proprietà effettiva del tato;
  • gestire pedigree, passaporto e libretto sanitario;
  • come gestire la/e polizza/e assicurativa/e;
  • il mantenimento o meno dello stesso veterinario.

Nel caso in cui scegliate di intestare la proprietà del vostro animale ad entrambi, verificate, nel vostro comune o regione, se sia possibile mantenere entrambi i nominativi sia all’anagrafe canina, che ai kennel, che sull’atto di proprietà. Nel caso in cui invece concordiate che solo uno di voi figuri come proprietario unico, con tutte le responsabilità e gli oneri che questo comporta, fate in modo di allineare tutti i documenti alla vostra scelta.

Per quanto riguarda pedigree, passaporto e libretto sanitario, oltre all’originale che vi scambierete in caso di viaggio o di visite mediche; tenete sempre una copia. Nella quotidianità vi consiglio di scegliere chi fra voi terrà gli originali e di spartirvi le copie. Ovviamente considerate la vostra gestione: se il vostro cane viene sempre portato dal veterinario da uno di voi in particolare (vuoi per via del tempo a disposizione, vuoi perché con uno di voi è più tranquillo o si lascia manipolare di più), non ha senso che l’originale del libretto sanitario lo tenga l’altro.

Per quanto concerne l’assicurazione per danni procurati a terzi, sappiate che di norma quella che stipulate in relazione alla casa (sia che siate in affitto o di proprietà) prevede anche la copertura per danni causati dal vostro amico a quattro zampe, ma solo se all’interno dell’abitazione.
Esempio: morde il postino nel vostro giardino: siete coperti. Morde il postino attraverso la ringhiera: non siete coperti. Questo inoltre presuppone che la polizza sia intestata a voi; se tornate a vivere con i genitori questo tipo di copertura potrebbe non essere scontata. A tal riguardo verificate con la vostra compagnia assicurativa e se volete qualcosa ad hoc informatevi.

Personalmente, dato che si suppone che voi e l’ex non vivrete più insieme, più che una polizza legata alla casa, consiglio una polizza legata al vostro cane, di cui, eventualmente, potrete dividere il costo. Diverse compagnie offrono polizze “pet care” che coprono non solo i danni verso terzi ma anche le spese veterinarie sia specialistiche che straordinarie: valutate e vedete se può fare al caso vostro.

Ultimo ma non meno importante né scontato: mantenete lo stesso veterinario (se vi trovate bene ovviamente). Non ha senso che lo portiate da due veterinari diversi perché voi siete due. Se fino a questo momento avete avuto un unico veterinario di riferimento, fate in modo che resti così. Non sarete sempre voi a portare il tato dal veterinario e avere uno studio che ha tutta la storia medica del vostro cane è un’ottima cosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.