Condivisione,  Pensieri sparsi

3 premesse fondamentali per la condivisione di un animale domestico con l’ex

Questo è quello che davvero dovete considerare se davvero state pensando di non privare né voi stessi né l’ex partner del vostro animale domestico. Sì, lo so, ho ripetuto DAVVERO tante volte, ma è voluto. Al bando il perbenismo, mettete da parte quello che vorreste e rispondetevi crudelmente e realisticamente ai 3 punti sotto: se le risposte sono tutte dei SI allora potete considerare l’intraprendere questa strada ricca di ostacoli, ma con anche dei vantaggi.

Veniamo quindi alle 3 PREMESSE FONDAMENTALI PER LA CONDIVISIONE DI UN ANIMALE DOMESTICO CON L’EX

  1. SIETE IN BUONI RAPPORTI
    So che qui possono sollevarsi mille polemiche che si fondano sul principio del “se andavamo d’accordo, non ci lasciavamo”. Ma vi faccio anche notare che dal non andare d’accordo al tirarsi i coltelli, ci sono molti stadi intermedi. Inoltre ci sono relazioni, come è successo a me, che finiscono dopotutto di comune accordo, non senza una bella dose di sofferenza certo, ma neppure perdendo in toto il rispetto reciproco. Condividere un animale vi porterà a dovervi vedere e sentire, pertanto, se non vi siete lasciati in modo quantomeno civile, non provateci neppure.
  2. L’AMORE PER IL VOSTRO ANIMALE SUPERA I SENTIMENTI NEGATIVI VERSO IL VOSTRO EX
    E’ inevitabile che alla fine di una relazione meno ci si vede, meglio è; a meno che non si sia dei masochisti di prima categoria sempre in cerca di una sofferenza ad ondate. Se però l’idea di non vedere più il vostro animale domestico vi fa soffrire ancora di più rispetto all’avere a che fare con l’ex, allora il condividerlo/la potrebbe essere una strada percorribile.
  3. IL BENESSERE DEL VOSTRO CANE INNANZITUTTO
    Se volete condividere il vostro animale domestico solo per non lasciarlo all’ex, lasciate perdere.
    Se volete condividere il vostro animale domestico solo per continuare a frequentare l’ex, lasciate perdere.
    Se sapete che avete un lavoro che vi fa stare fuori casa 10-12 ore e quando rientrate non avete tempo per giochi e passeggiate, lasciate perdere.
    Per quanto privarvi di un animale domestico vi faccia soffrire, non siate egoisti nel vostro dolore e considerate obiettivamente la situazione: se sapete, in piena coscienza, che l’ex conduce una vita che gli permette di dedicare più tempo al tato/a; lasciatelo/a a lui/lei. Valutate piuttosto il poterlo prendere durante i weekend (magari alterni) o nei periodi in cui l’ex va in ferie previ accordi da ambo le parti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.